Transizione industry 4.0

Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.

I vantaggi della transizione

Investimenti effettuati
Dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 (ovvero fino al 30  giugno 2022, se entro il 31 dicembre 2021 l’ordine è stato accettato dal venditore ed è stato pagato almeno il 20% del prezzo)

 

Macchinari
• CREDITO DI IMPOSTA del 50% del valore del bene per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
• CREDITO DI IMPOSTA del 30% del valore del bene per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro fino a 10 milioni di euro.
• CREDITO DI IMPOSTA del 10% del valore del bene per gli investimenti oltre 1 O milioni di euro fino a 20 milioni di euro.

 

Software

CREDITO DI IMPOSTA del 20% del valore del bene immateriale per gli investimenti fino a 1.000.000 euro.

 

Accesso alle agevolazioni
Il credito d’imposta viene usufruito come compensazione su F24.

Come mixa può supportarti

Consulenza iniziale

Sistemi di interconnessione

Perizie

Industria 4.0 «ready» per produttori di macchine/impianti

Categorie dei beni strumentali

Beni materiali (macchine , attrezzature, ecc)

Elencati in allegato A

• A1 – Beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestiti tramite opportuni sensori e azionamenti (ad esempio macchine per la produzione, imballaggio, lavorazione, macchine utensili, ecc.).
• A2 – Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità (ad esempio sistemi di sensori, sistemi per la tracciabilità dei prodotti, ecc.).
• A3 – Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0 (ad esempio sistemi di sicurezza per prevenire infortuni, diminuire errori ed aumentare l’efficienza).

 

Beni immateriali (licenze, software, s1. stem1)

Elencati in allegato B indispensabili per fare funzionare i beni materiali in allegato A

Programmi e applicazioni acquistati da aziende che già investono in beni materiale in logica industria 4.0 (ad esempio software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni).

Caratteristiche beni strumentali

5 caratteristiche fondamentali

• Controllo per mezzo di CNC e/o PLC
• Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica;
• Integrazione con il sistema logistico della fabbrica e/o altre macchine;
• Interfaccia uomo macchina semplice ed intuitiva;
• Rispondenza ai più recenti standard in termini di sicurezza.

 

Almeno 2 di queste caratteristiche aggiuntive

• Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto.
• Monitoraggio in continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo.
• Caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico).

Compila il form sottostante per richiedere un’offerta!